L’una e l’altra faccia

Casa 16 - Legnano – 1991 / 1996
Progetto: Luigi Ferrario
Strutture: Carlo Maria Colombo, Luigi Ferrario

Collaboratori: Ilka Giller, Maurizio Passaretta, Dario Saita

Prodotti: Mapei, Technopolymers

Come per la “Fabbrica di gomma” e per “Casa 10”, anche nel progetto di questo edificio si “costruisce sul costruito”, realizzando due nuovi piani che appoggiano su due piani già esistenti.

La parte di nuova costruzione ha una leggera struttura in acciaio verticale e orizzontale; in forte contrasto con l’edificio preesistente, questa si appoggia ad esso aerea, aperta e trasparente.

La facciata esterna dell’edificio, di tipo tradizionale, è mantenuta tale e prolungata in altezza fino al cornicione dell’attiguo edificio; la facciata interna invece assume le stesse caratteristiche della nuova architettura e si affaccia aggressiva sul cortile senza dialogare con gli edifici adiacenti.

Tutti i piani della costruzione sono collegati da una scala in ferro, legno e vetro, che diventa l’unico elemento di connessione tra le due differenti architetture.