Piazza Parravicino

Tornavento - 1994 / 1998
Progetto Luigi Ferrario
Collaboratori: John Boze Bralic, Dario Saita, Miyo Yoshida, Stefan Zieger
Appaltatore: Cooperativa Selciatori e Posatori a r.l., Milano
Opere in ferro: Tecma s.n.c., Civate
Opere in pietra: Italgranit s.r.l., Premossello Chiovenda

Il progetto si inserisce nell’ambiente storico e naturale, recuperando i materiali della tradizione del luogo e sottolineando l’unità del percorso che lega il borgo alla valle.

La pavimentazione della piazza si apre a ventaglio verso valle con campiture di acciottolati di differenti colorazioni, mentre un anfiteatro a gradoni di ciottoli bianchi e neri costituisce il primo tratto della discesa dalla piazza al pendio.

La qualificazione e valorizzazione degli spazi, dei percorsi e delle architetture si manifesta attraverso gli effetti visivi scenografici creati dall’illuminazione.

Elementi forti rispetto al contesto del paesaggio circostante sono le panchine semicircolari a doppia concavità, componibili o girevoli, e uno spalto in ferro grigliato e vetro, affaccio sospeso sulla vallata, posizionato sullo stesso asse del ponte che attraversa il canale Villoresi.